ITALIANOENGLISH
ITALIANOENGLISH
Progetto FEASR approvato dalla Regione Emilia Romagna a valere sul REG. (UE) N.1305/2013 - Psr 2014/2020 Misura 4 - Tipo Operazione 4.2.01 "Investimenti rivolti ad imprese agroindustriali in approccio individuale e di sistema" - approccio individuale – Regione Emilia Romagna
logo bando progetto FEASR
SOGGETTO RICHIEDENTE

LATTERIA DI CAMPOGALLIANO – SOCIETÀ COOPERATIVA AGRICOLA
Sede legale e produttiva VIA REGGIO 1, CAMPOGALLIANO (MO)

TITOLO DEL PROGETTO

“LAVORI DI POTENZIAMENTO, RISTRUTTURAZIONE ED ADEGUAMENTO TECNOLOGICO CICLO DI PRODUZIONE FORMAGGIO PARMIGIANO REGGIANO, DELLO STABILIMENTO DI CAMPOGALLIANO” presentato a valere sul Reg. (UE) N. 1305/2013 - Psr 2014/2020 Misura 4 - Tipo Operazione 4.2.01 "Investimenti rivolti ad imprese agroindustriali in approccio individuale e di sistema" - approccio individuale – Regione Emilia Romagna

ABSTRACT/BREVE DESCRIZIONE

L’investimento in questione riguarda da un lato l’incremento della capacità produttiva del caseificio finalizzata ad una separazione interna della produzione tra il Parmigiano Reggiano DOP attualmente prodotto e il Parmigiano Reggiano DOP ottenuto da agricoltura biologica ai sensi del Reg (CE) 834/2004, curando in fase realizzativa l’aspetto dell’innovazione tecnologica; dall’altro la realizzazione di una serie di interventi finalizzati alla tutela ambientale sia con riguardo alle specifiche fasi del processo produttivo, sia con riferimento ai materiali utilizzati per le opere stesse, comprendendo inoltre azioni di mitigazione completamente volontarie.

Nel dettaglio il progetto prevede i seguenti interventi:
  • RICEVIMENTO LATTE E SALA LAVORAZIONE LATTE
    Il locale sala latte verrà ammodernato quasi completamente, con la modifica del sistema di ricevimento del latte mediante una innovazione tecnologica consistente di nuovi affioratori, che saranno posti nei locali in ampliamento e collegati alla attuale sala latte. Il nuovo AFFIORATORE PER PARMIGIANO-REGGIANO MODULARE sarà costruito completamente in acciaio inox Aisi 304 alimentare, specifico per la produzione di Parmigiano-Reggiano, è costituito da una o più vasche circolari in lamiera sagomata sovrapposte con coperchio apribile per il contenimento del latte intero e da un serbatoio per il latte magro sempre in lamiera sagomata sottostante le vasche di affioramento dotato di miscelatore, il tutto predisposto per il funzionamento ed il lavaggio in automatico.
    Sarà completato con centrale acqua gelida per il raffreddamento latte di ricevimento, da sistema di spillatura e dosaggio con densimetro. In detta sala verrà demolito il pavimento esistente per far posto a 23 nuove caldaie di produzione, esse avranno IMPIANTO RECUPERO CONDENSA DOPPIOFONDO costruito interamente in acciaio inox Aisi 304. Con questo tipo di impianto viene recuperata la condensa in uscita dai doppifondi ad alta temperatura e la si trasferisce all’interno del generatore di vapore per la produzione di nuovo vapore a basso impatto ambientale ed alto risparmio energetico. Detto impianto verrà completato con quadri elettrici ed impianto di trasferimento siero, trasferimento panna ed adduzione acqua. Asservito a dette caldaie sarà implementato l’impianto di sollevamento fagotti.
  • SALATOIO
    Il locale salatoio esistente, viene modificato con la diminuzione di posti forma in una vasca interrata di salatura del prodotto, per fare spazio al sistema di caricamento cestelli seminterrato che migliori le condizioni di lavoro degli addetti. Tale vasca dovrà subire la modifica dalla attuale struttura composta da muri in cemento armato rivestiti in vetroresina, a servizio dell’impianto di salamoia, ad una nuova vasca di salamoia in acciaio inox, che consente di abbattere tempi e costi di realizzazione.
  • DISPOSITIVO DI CARICO – SCARICO CESTELLI
    rispondente alle normative in merito alla tutela della salute sulla movimentazione manuale dei carichi, è costituito da una buca rispetto al pavimento finito, costruita in lamiera sagomata di acciaio inox Aisi 316 L, completa di guide per cestelli in polietilene bianco alimentare e dotata di parapetti di protezione.
    L’operazione di carico dei cestelli molto semplice e veloce, consiste nel posizionare il cestello, tramite la gru a ponte, all’interno della buca, facendolo appoggiare alle apposite guide e portando il ripiano da caricare alla stessa altezza del piano del carrello spersore, per poi spingere le forme di Parmigiano-Reggiano all’interno del cestello, evitando quindi il sollevamento delle stesse.
    Un nuovo locale salatoio si posizionerà nel locale oggetto di ampliamento, sarà composto da due vasche seminterrate in acciaio inox, anch’esse saranno dotate di caricamento cestelli ed avranno una capacità di 1080 forme di formaggio. Al di sotto dell’ampliamento sarà necessario ripristinare, meglio demolire e rifare completamente, l’impianto fognario di acque nere e bianche, in quanto le quote del solettone di fondazione interferiscono con le fognature.
  • VASCA DI SALATURA IN ACCIAIO INOX AISI 316L
    Adatta per la salatura ad immersione del formaggio Parmigiano-Reggiano. La vasca è costruita con acciaio inox Aisi 316 L con pareti sagomate a profilo trapezoidale autoportante; è completa di impianto di tracimazione salina, tubo di distribuzione forato e montato sul fondo della vasca.
    La vasca subisce un trattamento superficiale di passivazione dell’acciaio garantendo e migliorando la continuità della protezione da fenomeni corrosivi. Essa sarà completata da apposita vasca di preparazione di salamoia con la decantazione e scioglimento del sale, impianto di ricircolo salamoia, scambiatore di calore a tubi corrugati poi collegata alle vasche.
  • GRU A PONTE MONOTRAVE
    Zincata a caldo della portata di 1200 kg, completa di paranco elettrico a catena inox con comando mediante pulsantiera a pensile, quadro elettrico di comando, completa di collaudo.
  • LOCALE PRE-SALE
    Le aree denominate Pre-sale le quali contengono i carrelli con il riposo del formaggio, sono divise in due aree: la prima, per il primo giorno, verrà ampliata con lo spostamento del locale attuale di camera calda, la demolizione di pareti non portanti ed i suoi ripristini igienico alimentari, quali pavimenti in resina epossidica e rivestimenti in ceramica con stucco epossilico alimentare.
    Nella seconda area di pre-sale, sarà necessario un ampliamento dei locali, con la demolizione della parete esterna, l’ampliamento del locale di circa 65 mq, con la costruzione di nuove pareti realizzate in blocchi 30/15+7 speciale grafite, i quali hanno le caratteristiche tecniche per il miglior isolamento termico con trasmittanze termiche, sfasamento termico, carichi - portate ammissibili importanti per il miglioramento e efficentamento energetico della cultura di BIO edilizia (si veda certificato relativo al materiale allegato alla relazione tecnica del progettista).
    Le finestrature esistenti verranno recuperate e posate nuovamente all’esterno della nuova facciata, in quanto all’interno di detto locale vi è e vi deve rimanere una temperatura controllata da 17° a 19° gradi C° con umidità controllata.
    Il solaio piano – controsoffitto – verrà rivestito con un pannello coibentato in doppia lamiera, quella superiore in lamiera di acciaio con trattamento superficiale di zincopreverniciatura BG, e la superficie interna in lamiera micronervata zincata e trattata con una speciale vernice gommosa TOP CLASS, che impedisce l’aggressione da parte degli agenti corrosivi, color bianco, montato orizzontalmente al pavimento.
    Le fondazioni si troveranno discoste da quelle esistenti in minimo necessario ad evitare interferenza alle strutture esistenti e consentire la denuncia di nuova costruzione in ampliamento.
    La struttura portante di copertura sarà composta da capriate reticolari a due falde, arcarecci e manto di copertura. Oltre a tutte le lattonerie e accessori necessari.
  • SALA RIUNIONI
    La sala riunioni esistente è posta al piano primo, attualmente è raggiungibile da una scala in ferro interna ai volumi esistenti, codesta scala verrà modificata ed aggiornato il suo posizionamento. Creando il nuovo vano scala esterno si accederà alla sala del consiglio nello spigolo opposto con la apertura di un nuovo vano porta, tale manufatto verrà mitigato da pannelli – barriere per migliorare la sua architettura.
    Anche codesto manufatto verrà recuperato e non demolito e rifatto nell’ottica di un consumo minore di energie.
    Asserviti ai suddetti investimenti sono previsti interventi sia sulla parte elettrica che su quella meccanica e tecnologica necessari alla connessione ed ottimale funzionamento di tutti i nuovi impianti e macchinari previsti.
I risultati attesi dal suddetto investimento possono essere così riassunti:
  • Aumento del fatturato dell’impresa: le 8.000 ton di latte lavorabile, che rappresentano la nuova capacità produttiva che si installerà, porteranno ad un incremento di numero di forme prodotte in proprio pari a 16.000 circa, di cui solo 8.000 rappresenteranno nuova vendita. Con un peso medio di 41 kg. a forma esse corrispondono ad un peso di 328.000 kg circa, i quali consentiranno un incremento di circa € 2.600.000 di fatturato ulteriore rispetto ai € 10.000.000 circa del 2014
  • consolidamento dell’occupazione a seguito dell’investimento descritto
  • ottenimento di livelli di sicurezza e condizioni di lavoro superiori a quelli previsti dalla normativa obbligatoria grazie alla riduzione dei rischi nei luoghi di lavoro connessi alle operazioni di movimentazione manuale dei carichi, che si andranno sensibilmente a diminuire
  • diminuzione dei costi unitari di produzione; grazie agli investimenti previsti sarà possibile una consistente riduzione dell’incidenza dei costi fissi per unità di prodotto, principalmente come conseguenza dell’incremento della produzione che si otterrà a seguito dell’installazione di n. 23 caldaie che si andranno ad aggiungere alle n. 45 attuali
COSTO DEL PROGETTO E SOSTEGNO CONCESSO

Importo progetto approvato: Euro 1.686.794,16
Importo sostegno concesso: Euro 674.717,66